VERDURE E ACIDO OSSALICO

COME REGOLARSI

Ho fotografato Spinaci e Bietole perchè entrambe queste verdure hanno un contenuto elevato di ossalati o acido ossalico, purtroppo a volte le informazioni su questo argomento sono piuttosto contraddittorie

Quante volte abbiamo letto o sentito dire, di fare attenzione agli Spinaci perchè favoriscono i calcolii ai reni. Vediamo brevemente più in dettaglio:
Gli Spinaci sono vegetali ricchi di nutrienti ma contengono anche molto acido ossalico.


L'acido ossalico è una molecola presente nelle piante, negli animali, negli uomini che se assunta in eccesso può provocare disturbi ma allo stesso tempo è importante per il metabolismo e per la salute del colon ( movimento peristaltico), infatti il nostro corpo la produce anche da solo, solo un 20% - 40% di acido ossalico deriva dall'alimentazione.

QUANDO E' D'OBBLIGO EVITARE L'ACIDO OSSALICO determinate patologie genetiche come le iperossalurie richiedono un'alimentazione a basso contenuto di ossalati, inoltre tutte le persone che sono facilmente predisposte alla formazione di calcoli o che ne hanno avuti già in passato, ma in questi casi è già il medico che prescrive una dieta a basso contenuto di ossalati.

COME REGOLARSI? Se non ci sono particolari problematiche, gli Spinaci sono un vegetale importante da includere nell'alimentazione, a patto di rispettare una certa ROTAZIONE, mi spiego meglio, anche l'alimento più sano se assunto in eccesso diventa dannoso, lo stesso vale per gli Spinaci, meglio non mangiarli per tanti giorni consecutivi( specialmente se in quantità elevate) e alternarli con altre verdure a basso contenuto di ossalati come ad esempio tutta la famiglia delle LATTUGHE. D'altro canto le LATTUGHE sono meno nutrienti degli SPINACI, per questo è importante la rotazione.
Come sempre la Natura ci spinge alla varietà!

infine MEGLIO CRUDI O COTTI?
Qui le informazioni sono nettamente contrastanti:

Chi consiglia LA COTTURA afferma che con essa si disperde una percentuale di acido ossalico
Chi consiglia di MANGIARLI CRUDI ( me compresa) afferma che con la cottura si disperdono anche buona parte delle sostanze nutrienti, inoltre a mio avviso la cottura concentra il volume dell'alimento con il rischio di mangiarne molto di più senza rendersene conto.
Basta vedere il volume di 100g di spinaci crudi e 100g di Spinaci cotti

Concludo con la consueta frase che anche l'alimentazione è una questione di EQUILIBRIO

Buona giornata
Patty CacaoPuro


Scroll To Top