BITTER IS BETTER

BITTER is BETTER non è un gioco di parole ma è l'inizio per parlare dei benefici dI una buona digestione.
Diciamo sempre " Siamo quello che mangiamo", in realtà sarebbe più corretto dire " SIAMO QUELLO CHE DIGERIAMO ", da questo prendo spunto per parlare dei benefici del gusto AMARO in particolare Erbe Amare e alimenti che contengono composti amari.

Non ho scelto a caso di parlare di questo argomento in questo periodo, è proprio con l'avvicinarsi della Primavera che la Natura ci mette a disposizione una ricca scelta di Erbe dal sapore amaro, per aiutarci a depurare gli organi dell'apparato digerente dopo la stagione invernale, ( ecco un altro buon motivo per rispettare quanto più possibile i ritmi naturali e non mangiare verdure fuori stagione).

In Occidente il sapore " AMARO" non è molto amato, sopraffatto da gusti forzatamente predominanti come DOLCE e SALATO ma in antiche tradizioni come la MTC o la Medicina Ayurvedica si fa un uso sapiente di Erbe, Spezie, Radici, Funghi... per il benessere del nostro apparato digerente e del nostro corpo in generale.

E' stato coniato un termine apposito " THE BITTER REFLEX" per descrivere una serie di azioni che il nostro corpo mette in atto per preparare il SISTEMA DIGERENTE al cibo che stiamo per mangiare,
IL " BITTER REFLEX " si attiva quando iniziamo a masticare i COMPOSTI AMARI. I recettori dell'amaro sulla lingua stimolano la produzione di saliva e il CERVELLO invia il segnale allo STOMACO di produrre l'ormone gastrina deputato al rilascio di acido cloridrico, ma l'effetto positivo non si limita allo stomaco, coinvolge anche FEGATO, CISTIFELLEA e PANCREAS, favorendo così la secrezione di BILE e migliorando la digestione dei grassi e l'assorbimento delle vitamine liposolubili oltre a regolare la secrezione di due importantissimi ormoni INSULINA e GLUCAGONE.
Anche se ho semplificato molto un sistema complesso, l'idea è quella di mostrare come non dovremmo sottovalutare l'importanza del gusto AMARO nella nostra alimentazione per garantirci una digestione efficiente.

Ecco una semplice distinzione delle erbe o sostanze amare :
COLERETICHE: Favoriscono la produzione di BILE
COLAGOGHE Non solo favoriscono la produzione di BILE ma ne agevolano anche il trasporto verso il Duodeno.
EPATOPROTETTRICI aiutano il FEGATO a difendersi da una sovraesposizione alle tossine.
Molto spesso alcune Erbe possiedono più di una caratteristica ad es. possono essere sia colagoghe che epatoprotettrici.

Come possiamo incrementare l'apporto di composti amari nella nostra alimentazione? Certamente il modo più semplice è aggiungere alle nostre insalate qualche foglia di Erbe come RUCOLA, TARASSACO, CICORIA, RADICCHIO, solo per fare qualche esempio, ma la scelta è molto varia in quanto esiste un'ampia scelta di sostanze coleretiche, colagoghe ed epatoprotettrici come ZENZERO, CURCUMA, ALOE, CARDO MARIANO, BARDANA, ORTICA, ROSMARINO...anche una semplice tisana alla Menta o una Camomilla sono utili allo scopo.

Come sempre è meglio agire per gradi, con gradualità e senza eccedere, dopo un po' sarà anche l'istinto a guidarci e noteremo nel tempo che aggiungendo poco alla volta alimenti ricchi di composti amari, non solo migliorerà la nostra digestione ma anche la pelle sarà più luminosa e pulita.

Concludo con una curiosità sul TARASSACO, l'erba spontanea che vediamo fiorire ovunque in questo periodo caratterizzata dai luminosi fiori gialli, il suo nome deriva dal greco TARASSEO che significa appunto " IO GUARISCO "

Buona giornata
Patty CacaoPuro


Scroll To Top