PERCHE' E' IMPORTANTE L'EQUILIBRIO OMEGA 3 e OMEGA 6 
PRIMA PARTE

Vediamo in modo ( il più semplice possibile) le differenze all'interno della famiglia degli OMEGA 3, questo ci permetterà di comprendere in seguito perchè è importante mantenere il giusto EQUILIBRIO nell'assunzione di acidi grassi essenziali OMEGA 3 in rapporto agli altri acidi grassi essenziali OMEGA 6 

La famiglia degli OMEGA 3 è composta da:

ALA Acido Alfa Linolenico : è un GRASSO ESSENZIALE perchè il nostro corpo non è in grado di produrlo e deve essere introdotto attraverso l'alimentazione, è il PRECURSORE dei due successivi acidi grassi EPA e DHA.

EPA Acido Eicosapentaenoico: importante per l'equilibrio della risposta infiammatoria e antI-infiammatoria

DHA Acido Docosaexaenoico : interviene nel corretto funzionamento del sistema nervoso ed è presente in maniera consistente nei grassi del cervello. Il peso del cervello è composto da ca un 60% di grassi, di questi almeno un 15% o 20% sono DHA.

Il corpo ha DUE modi per rifornirsi di EPA e DHA:
LA CONVERSIONE e DA FONTI DIRETTE

CONVERSIONE: Come anticipato, ALA è il precursore di EPA e DHA ciò significa che nella situazione ottimale, la giusta quantità di EPA e DHA verrà ottenuta grazie alla conversione di ALA, con l'introduzione di alimenti 
che ne sono ricchi ( Semi di Lino, Semi di Canapa, Semi di Chia, Noci, Verdure verdi...) 

La CONVERSIONE però non sempre è EFFICIENTE e la percentuale di conversione può risultare troppo bassa, numerosi fattori influenzano questa funzione, uno di questi è proprio l'equilibrio con gli acidi grassi OMEGA 6
vediamo perchè:

Sia gli OMEGA 3 che gli OMEGA 6 sono acidi grassi polinsaturi che necessitano dei medesimi ENZIMI ( ELONGASI e DESATURASI) per il loro metabolismo. Se uno dei due acidi grassi è predominante, non permette all'altro di compiere adeguatamente le sue funzioni.

L'alimentazione attuale tende ad essere molto più RICCA di acidi grassi OMEGA 6 ( di scarsa qualità) tanto da arrivare addirittura ad un rapporto sbilanciato di 20:1 quando dovrebbe attestarsi intorno a 4:1 ( o anche meno)

Anche gli OMEGA 6 sono essenziali e il nostro corpo non può farne a meno ma se ne introduciamo troppi, iniziano i problemi. 
Gli OMEGA 6 sono iNFIAMMATORI, " l'infiammazione" pur essendo un processo naturale e indispensabile, se si trasforma in infiammazione cronica indebolisce il corpo. Per questo è importante l'intervento degli OMEGA 3 che fungono da ANTI INFIAMMATORI per riportare il giusto equilibrio.

Per oggi mi fermo qui, la prossima volta vedremo in pratica quali scelte adottare nella scelta degli alimenti, quali vitamine e minerali contribuiscono alla conversione degli omega3 e se esistono fonti dirette di EPA e DHA per chi segue un'alimentazione che non include il pesce.

Buona giornata
Patty CacaoPuro

Scroll To Top